biel lant a Messe a...

Duomo di Udine, 4 Agosto 2013
Chiesa cattedrale di Santa Maria Annunziata



 CAMPANE 

          Fintremai al 1335 la glesie di Sante Marie dal Cjiscjel e jŔ stade la prime e uniche glesie di Udin. Po dopo il Patriarcje Bertant di Saint GeniŔr, al consacrave la gnove glesie di Sante Marie Mai˘r, (clamade cussi par no confondile apont cun che dal Cjiscjel) che e jere stade tirade s¨ lÓ che si cjatave che viere, di S. Duri; cjapÔnt s¨ ancje dutis lis prerogativis di Plŕf al puest.
          In dý di vuŔ, cul non di Sante Marie Nunsiade, chŕ glesie a je la CatedrÔl o Domo de citÔt di Udin. Culý tal 1921, a Ón polsÔt par qualchi dý lis salmis di 7 "militi ignoti", dissapulidis dai cimiteris di vuere sparnišÔts par dut il front, e po dopo puartadis te Basiliche di Aqujlee pai grandi˘s funerÔi, lÓ che la mari di un "disperso in guerra", e Ó vűt dal DuchÚ di Aoste, il piet˘s on˘r di sielzi tra 11 salmis che a jerin stadis metudis dongje, une di mandÓ a Rome par metile tal "Altare della Patria". ChŔs altris 10 salmis invezit a forin metudis a polsÔ tal "Cimitero degli eroi", daűr de Basiliche di Aqujlee.


Ingresso in Piazza del Duomo della Filarmonica "La Prime Lűs 1812" di Bertiolo
che ha guidato il corteo proveniente dal raduno di Piazza XXVI Luglio...


Santa Messa
in occasione del 60░ Incontro Annuale dei Friulani nel Mondo
presieduta da S.E. mons. Andrea Bruno Mazzocato, Arcivescovo di Udine
e accompagnata dal Gruppo Corale ôFeagneö


...vedute traversali sulle navate in attesa dell'inizio della Messa...


...corteo con il vescovo che si reca all'altare...


         
 CANTO E PREGHIERE INIZIALI 



 LETURE IN FURLAN 

...mons. Andrea Bruno Mazzocato all'omelia...


 ESTRATTO 



 PREGHIERE DEI FEDELI 


...dalla liturgia eucaristica al Padre Nostro...


 SANT 


...la navata dal presbiterio dopo la Comunione...



REGJINE DAI FOGOL┬RS
Mari nŕstre, tal impiÔ il fűc
ti vierzin i FOGOL┬RS dal mont.
SŔntiti cun n˘ ator dal cjavedÔl.
La flama dal t˘ am˘r
nus mostri Jes¨, il Sign˘r.
Vuarýs ogni mÔl,
dÓnus la pÔs.
Cui nestris cűrs ti coronýn
REGJINE DAI FOGOL┬RS.
Plens di ligrie
ti fasýn fieste,
o Vergjin Marie.


         
 BENEDIZIONE E CANTO FINALE 

La CorÔl ôFeagneö nel segno della tradizione. - Notizie sulle cantorie parrocchiali fagagnesi e fotografie risalgono ai primi anni del 1900. Nei bollettini parrocchiali per tutto il XX secolo Ŕ ampiamente documentata l'intensa attivitÓ a supporto delle liturgie principali, ma anche le accademie e le esibizioni a carattere non religioso tenute soprattutto nella Casa della giovent¨. Nel 1975 la Cantoria parrocchiale si costituisce formalmente in e ha come primo direttore don Oreste Rosso. Nei primi anni di vita del  gruppo, viene impostato un vasto repertorio improntato soprattutto sulla notevole produzione religiosa di don Oreste dedicata ai vari momenti liturgici dell'anno. Viene anche ampliato il repertorio folkloristico dalle villotte tradizionali, ai canti composti dallo stesso don Oreste in occasioni particolari (Festival della canzone friulana) o in momenti drammatici (terremoto del 1976).  Inizia la collaborazione con  i FogolÔrs Furlans sia in Italia che all'estero.  Dal 1987 dirige la CorÔl ô ö il goriziano maestro Flavio Quali, violinista, diplomato in Musica corale e direzione di coro. Ha fatto parte della commissione artistica dell'Unione societÓ corali italiane del Friuli Venezia Giulia, e di quella della provincia di Gorizia. Insegna teoria e solfeggio e armonia in diversi istituti musicali della nostra regione e alterna l'attivitÓ didattica e quella corale con l'attivitÓ compositiva; Ŕ, infatti, apprezzato autore di messe, mottetti e composizioni corali profane di vario genere. Il maestro Quali imprime una svolta decisiva al coro sia dal punto di vista tecnico (formazione vocale) sia per quanto riguarda il repertorio (polifonia) mantenendo nel contempo le caratteristiche tradizionali del gruppo. Vengono in questi anni consolidati gli appuntamenti locali, la partecipazione all'attivitÓ dell'U.S.C.F. zona pedemontana e i contatti con altri gruppi corali della regione. Da alcuni anni la , nelle esibizioni di carattere civile o religioso, propone il proprio repertorio secondo tematiche ben definite e ha iniziato un percorso musicale in collaborazione con il Complesso bandistico di Fagagna.

-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-

....trasferimento in corteo alla Loggia del Lionello
accompagnati dalla Filarmonica "La Prime Lűs 1812" di Bertiolo
per i saluti delle AutoritÓ



 BANDA 

L'Associazione Culturale Musicale di Bertiolo ôFilarmonica la prime lűs 1812ö Ŕ il pi¨ antico gruppo bandistico del Friuli Venezia Giulia, e nel 2012 ha raggiunto l'importante traguardo dei 200 anni di ininterrotta attivitÓ. Due secoli lunghissimi, nei quali ci sono stati cambiamenti storici e culturali importanti, ma che non hanno annichilito la passione per la cultura bandistica di molte persone, specie in questo paese, Bertiolo, in provincia di Udine. Le bande di paese da sempre sono un veicolo culturale per diffondere l'amore per le sette note dal Nord al Sud dell'Italia, nelle metropoli e nei piccoli comuni. A Bertiolo, quest'amore e questa passione hanno avuto inizio due secoli fa, a cavallo tra il '700 e '800. La costanza e la condivisione hanno accompagnato un gruppo di musicisti a dare il via a una leggenda che oggi Ŕ una realtÓ concreta e ben radicata. Sono passati 200 anni dalla prima formazione di musicisti che si Ŕ composta in questo paese. Il nome ôFilarmonica la prime lűs 1812ö, sta a testimoniare questa lungimirante tradizione, che, in duecento anni di ininterrotta attivitÓ, ha reso la banda di Bertiolo espressione inconfondibile dell'identitÓ culturale locale. Da quel lontano 1812 a oggi di cose ne sono cambiate, e anche far musica non Ŕ pi¨ la stessa cosa. Tuttavia lo spirito e la passione per le proprie radici non sono variati, e per questo che il complesso usa ancora il costume tipico friulano per le esibizioni di carattere culturale, e ha nel proprio repertorio musicale alcuni pezzi dei maggiori autori regionali. L'intento Ŕ di promuovere e trasmettere i valori della cultura musicale e la tradizione friulana che tanto ancora Ŕ radicata negli atteggiamenti e nella mentalitÓ della propria gente. ôBertiolo: Emozioni e legami di una comunitÓö. Questo Ŕ il messaggio che l'Associazione vuole sostenere con il suo movimento musicale, e che, in un'era carica di sfide, ma anche di nuove possibilitÓ, rende un servizio alla societÓ contribuendo a far giungere a tante persone il nutrimento della cultura musicale. La banda Ŕ stata per molti anche il primo approccio alla grande musica, al brivido, all'emozione ineffabile: l'unica e vera iniziazione musicale per molti. A oggi, sono oltre cinquanta i musicisti che compongono la storica Banda di Bertiolo, che dedicano parte del loro tempo libero alla passione della musica proprio come i suoi primi fondatori. La direzione artistica del complesso Ŕ seguita da Chiara Vidoni, giovane direttore dalle indubbie capacitÓ artistiche la quale sceglie il repertorio che la Filarmonica propone nelle varie esibizioni, e sostiene con entusiasmo le attivitÓ e gli eventi organizzati dal direttivo guidato dal presidente Silvio Zanchetta, che dal 1968 guida la banda di Bertiolo al timone della dirigenza vedendo rendere concreta, anno dopo anno, questa realtÓ fino a portarla ai giorni d'oggi.