biel lant a Messe a...

Castions di Strada (UD), 16 Settembre 2012

54 Congresso Provinciale dell'AFDS
 Associazione Friulana Donatori di Sangue

Santa Messa
presieduta da mons. Andrea Bruno Mazzocato



 CAMPANE


...accompagnava la liturgia un gruppo parrocchiale (che comprendeva Pueri et juvenes cantores San Giuseppe, Le Colone e Antivari), che qui ho ripreso durante le prove...


...lungo il corridoio centrale sono saliti i labari del Comune, delle Sezioni AFDS di Castions e Udine, poi le autorit, i donatori e il pubblico... La moltitudine del labari della altre sezioni presenti (quasi 200), si sono allineati ai lati delle navate...



 SALUTI INIZIALI


...senza commenti...
 


...Mons. Andrea Bruno Mazzocato all'omelia...



 PREGHIERE DEI FEDELI


Alla presentazione dei doni intervenuto anche Guerrino Stocco, l'89enne presidente onorario della sezione di Castions di Strada, la prima in assoluto a dotarsi di un labaro con la scritta Afds, esattamente 58 anni fa...



 FRADIS MII



 AVE VERUM

...dopo la Comunione mia abitudine salire gli scalini del presbiterio e scattare qualche flash sui fedeli seduti nei banchi lungo le navate. Le mie mosse sono sempre seguite dagli sguardi incuriositi (e forse qualche volta infastiditi) dei presenti... Tengo a precisare che non lo faccio per mettermi in mostra... me l'anno raccomandato i friulani e gli amici che ci seguono da lontano e che poi zoomano sull'immagine (esposta ad una discreta risoluzione), per tentare di riconoscere qualche parente o amico...


 Prejere dal Donatr

Signr, tu che tu s dit:
"Ce ch' o veis fat a un sl di chesc' fradis miei,
dai ultims, lu vis fat a mi",
cjale cun bontt ce che n ti presentn.

Il dolr dai soferenz, tiei e nestris fradis,
nus sburte a d un pc dal nestri sanc
par che lr a' puedin
torna a v, lis fuarcis de vite;
'o cirn, per, che chist regl al sei fat par Te,
che tu s spand il to sanc par n.

Fs in mt, Signr, che la nestre vite
'e sei gjenerse di ben par n,
pai nestris cjrs, pai malz;
tgninus s tal sacrifizi
par ch' al sei simpri gjeners, umil e cidn.

Fs che cun fede 'o savn viodi la T mse
in chei ch' a n bisugne, par iudju cun prontece;
ispire e drece lis nestris oparis
cu la flame de caritt,
parceche, fatis cun Te,
a' sedin perfetis e gradidis
al Pari ch 'al in cl.
Amen.


...e dopo la Benedizione, "Il cjant del donatr"...


 SALV UNE VITE

Corit! Une vite in percul:
un viili, une mri, un canai?
Susprs di mil frdis che clmin
pes stradis e in duc' i ospedai.
Corn! Une vite in pericul:
magari l' un nestri nem.
Plui bil ancjem sustignlu,
salvlu e no fsi cap.

Il sanc, oh chel sanc ch'e tu purtis
al jemple la vene ch'a mr:
la vite, la vite ch'a torne!
Si jemple di gionde il to cr.

Frl, vonde sanc cu lis armis;
il nestri ch'al sei sanc di amr:
un ben ch'i metn in musine
par vnci la muart e il dolr.
Des monz fin j j pe marine,
Frl ancje in chest tu ss prin,
content s'a ti ds: Diu t'al merti
un viili, une mri, un frutn.

Il sanc, oh chel sanc ch'e tu purtis
al jemple la vene ch'a mr:
la vite, la vite ch'a torne!
Si jemple di gionde il to cr.

 VEDERE I LAVORI DEL CONGRESSO

-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-

 CONGRESSO AFDS A CASTIONS
Tratto da http://www.afds.it/

          Guerrino Stocco ha vissuto il 16 settembre 2012 la giornata pi bella della sua lunga vita, attesa da tanto tempo, da quando, nel 1958  diede occasione a don Volpe e ad altri volonterosi del fondare lAssociazione Friulana Donatori di sangue. Non solo per Guerrino, ma per tutti gli oltre quattromila partecipanti il Congresso provinciale stata una giornata di grandi soddisfazioni, merito soprattutto della sezione di Castions di Strada, della sua Presidente Rita Di Benedetto, dei suoi collaboratori, in primis la sua famiglia,di tutte le associazioni locali. Un merito condiviso con il Comune di Castions, guidato da Mario Cristofoli, sindaco donatore, amministrazione che ha dato il meglio di s nel predisporre le strutture di accoglienza di tanti congressisti. E stato infine un grande evento storico per le due comunit di Castions e Morsano, ove essere donatore di sangue una tradizione consolidata da una generazione allaltra.
          La giornata congressuale  iniziata di buon mattino con lincontro dei donatori provenienti da ogni parte del Friuli presso le scuole, con il benvenuto ai 210 labari sezionali ed a quelli ospiti, occasione di incontro per tanti amici, per uno scambio affettuoso fra sezioni e responsabili della propaganda del dono. Alle 9,05 partito il corteo aperto dalla Banda Gioacchino Rossini,accompagnata dal Presidente Cantarutti e dai labari dei borghi paesani. La lunga teoria di persone e labari ha percorso la parte orientale del capoluogo per approdare alla chiesa parrocchiale di San Giuseppe ove ad attenderli vi era lArcivescovo di Udine mons. Andrea Bruno Mazzocato assieme al parroco don Domenico Vignuda ed al diacono Angelo per la celebrazione della S. Messa.
          In apertura del sacro rito il parroco ha salutato i presenti ricordando il legame fra fede e opere soggetto di una delle letture, sottolineando come il dono non sia solo un atto damore, ma anche un atto di fede. Nel suo benvenuto lArcivescovo ha preannunciato che avrebbe celebrato per tutti i Donatori e per lAssociazione, auspicando per loro il riconoscimento della Grazia divina.
          Nella successiva omelia il presule ha sottolineato come le opere richieste da san Giacomo per riconoscere la fede siano quelle del buon Samaritano,aiutare il fratello che ha bisogno. Nel dono- ha aggiunto -fede e carit devono essere unite in quanto la generosit del donare una eredit della Chiesa madre di Aquileia. Dal terreno buono fecondato dalla fede e dalla carit unite nata la buona pianta dellAFDS. Al Vescovo stato poi donato un ricordo della giornata realizzato da Egidio Codarini.
          La preghiera del Donatore al termine del rito stata recitata dal Presidente Renzo Peressoni il quale ha premesso che siamo un popolo in cammino, partito da Aquileia, ove il culto del pio pellicano figura di Ges Cristo era ben presente ed diventato simbolo dellAFDS, il cui fine donare per gli ammalati.
          Con un significativo Canto del Donatore hanno completato il loro magnifico accompagnamento corale i tre cori: Antivari di Morsano, La Colone di Castions ed i Pueri et juvenes cantores sempre di Castions.

Una nota stonata al margine di questa pagina: Se avessi obbedito alle intimazione espressemi in tono assai poco gentile all'inizio della Messa, questo servizio non avrebbe potuto essere realizzato...