biel lant a Messe a...

Monte di Medea (GO),  13 Giugno 2005

Messe te glesiute di Sant'Antoni

LA COMUNIT└ DI MEDEA HA FESTEGGIATO SANT'ANTONIO
La comunitÓ di Medea ha celebrato la solenne ricorrenza di Sant'Antonio, il patrono del paese che liturgicamente viene festeggiato il 13 giugno. Lo ha fatto attraverso una serie di iniziative civili e religiose, promosse dalla Pro Loco e dalla parrocchia di Santa Maria Assunta, che hanno preso il via il giorno prima con il tradizionale momento conviviale, alle 20 nell'area retrostante il municipio.

Lunedý, come vuole l'antica tradizione, sono state celebrate diverse Messe nella chiesetta di Sant'Antonio sul colle: la prima alle 5, seguite da quelle delle 6, delle 7, delle 8, mentre il rito delle 9 ha avuto come sede la cappella dell'Immacolata. Messa solenne quindi alle 10.30, nuovamente nella chiesetta sul colle, celebrata dal vicario generale monsignor Adelchi Cabass, con l'accompagnamento della corale Schola Cantorum di Medea.  

Due invece, le celebrazioni eucaristiche nel pomeriggio: alle 16.30 e alle 18.00, che don Moris Tonso ha officiato in lingua friulana con l'accompagnamento della Schola Cantorum.




 L'altar maggiore e gli altari laterali...


Alcune immagini riprese durante la celebrazione...


                   
 CANTI E PREGHIERE IN FULAN

Nella Chiesetta di S. Antonio, (tozzo e sproporzionato il campanile che la affianca), tre altari marmorei, di cui il maggiore, dedicato a S. Antonio, Ŕ del 1755 e conteneva una pala dipinta - come ricorda un documento - dalla "pittrice insigne" di Bologna Anna Bozzini, abitante in Farra. Fu costruito nel 1755 da Simone Pariotti altarista udinese, autore anche - nel 1753 - dell'altare della Beata Vergine del Rosario (giÓ dei Ss. Antonio Abate e Antonio da Padova) posto nella cappella della parete sinistra dell'aula. L'altare del Crocifisso (giÓ di S. Valentino), costato 260 lire, Ŕ invece opera del goriziano Francesco Zolli, 1814. Dei tanti ex voto prodotti per la chiesa, ne rimane ancora una dozzina: si tratta di dipinti deliziosamente popolareschi del XIX e XX secolo.


Sant'Antoni di Migjee - 13 Jugn 2005
LA SCAMPANOTADE>>>